[ Salta al contenuto della pagina ]

Access key definite:
Vai alla pagina iniziale [H]
Vai alla pagina di aiuto alla navigazione [W]
Vai alla mappa del sito [Y]
Passa al testo con caratteri di dimensione standard [N]
Passa al testo con caratteri di dimensione grande [B]
Passa al testo con caratteri di dimensione molto grande [V]
Passa alla visualizzazione grafica [G]
Passa alla visualizzazione solo testo [T]
Passa alla visualizzazione in alto contrasto e solo testo [X]
Salta alla ricerca di contenuti [S]
Salta al menù [1]
Salta al contenuto della pagina [2]

Sezione contenuti:

[ Salta al menù ]

Dettaglio procedura

Questa funzionalità permette di visualizzare i dati della procedura selezionata, compresi i documenti relativi al bando, ovvero ai documenti che sono richiesti ai concorrenti. Premendo il pulsante "Lotti" si accede alle informazioni di dettaglio dei lotti facenti parte della procedura.
CONTENUTO AGGIORNATO AL 02/11/2020

Sezione Stazione appaltante

Opere Pie d'Onigo
Nilo Furlanetto

Sezione Dati generali

GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA AI SENSI DELLART. 60 DEL D.LGS. 50/2016 E SS.MM.II. PER LAFFIDAMENTO, IN UNICO LOTTO, DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DELLE SEDI IN PEDEROBBA DELLE OPERE PIE DONIGO: 1) Ex Ospedale Centro Guglielmo e Teodolinda dOnigo via Roma n. 65 2) Centro Servizi Cav. Giuseppe Sabbione via Al Donatore di Sangue n. 1 3) Alloggi Autonomi in via Roma n. 90/b/92/94 4) Uffici Amministrativi in via Roma n. 77/A 5) Centro Liberi di Leggere in piazza Guarnier a Pederobba - CIG : 841296672A
Servizi
Procedura aperta
Offerta economicamente più vantaggiosa
370.000,00 €
03/09/2020
20/10/2020 entro le 23:00
G01072
In aggiudicazione

Sezione Documentazione richiesta ai concorrenti

Busta tecnica
  • relazione tecnica dei servizi offerti.
  • elenco completo dei prodotti che il concorrente si impegna ad utilizzare nel rispetto del D.M. 18 ottobre 2016.
  • progetto di assorbimento atto ad illustrare le concrete modalità di applicazione della clausola sociale.

Sezione Comunicazioni della stazione appaltante

  • Pubblicato il 02/11/2020
    data dell'apertura delle offerte della gara per il servizio di pulizie e sanificazione delle Opere Pie d'Onigo. - L'apertura delle buste delle offerte è rinviata a martedì 10 novembre 2020 alle ore 9:30. La partecipazione è garantita in videoconferenza con la piattaforma GOOGLE MEET. Per essere ammessi alla videoconferenza va inoltrata domanda alla pec delle Opere Pie d'Onigo indicata nel disciplinare di gara, riportando le generalità di quanti assisteranno, con copia del documento di identità e l'indirizzo di posta elettronica per ricevere il link da attivare per la partecipazione, che verrà inviato alle ore 9 dello stesso giorno.
  • Pubblicato il 02/11/2020
    R: CHIARIMENTO SU APERTURA BUSTE AMM.VE - Si rinvia al comunicato seguente.
  • Pubblicato il 20/10/2020
    rinvio della prima seduta dal 21 ottobre al 4 novembre ore 10:00. - L'art. 19 del Disciplinare di gara prevede: La prima seduta avrà luogo il giorno mercoledì 21 ottobre alle ore 10:00 presso la sede dell'I.P.A.B. Opere Pie dOnigo via Roma n. 77/A, e vi potranno partecipare solo in via telematica a causa delle restrizioni per la prevenzione dellepidemia da Covid-19, con le modalità che verranno comunicate alle Ditte partecipanti 24 ore prima della seduta, i Legali rappresentanti/procuratori delle imprese interessate oppure persone munite di specifica delega. In assenza di tali titoli, la partecipazione è ammessa come semplice uditore. Tale seduta, se necessario, sarà aggiornata ad altra ora o a giorni successivi, nel luogo, nella data e negli orari che saranno comunicati ai concorrenti a PEC almeno 24 ore prima della data fissata. COMUNICAZIONE: Ai sensi del secondo comma del paragrafo 19, si rinvia la prima seduta per l'apertura della busta "A" al giorno MERCOLEDI' 4 NOVEMBRE 2020 alle ore 10:00.
  • Pubblicato il 15/10/2020
    R: Richiesta di chiarimenti - DOMANDA: Buongiorno, la presente per chiedere la quantificazione del numero di tende che sono presenti in ognuna delle cinque strutture oggetto del servizio. Ringraziando porgiamo cordiali saluti. RISPOSTA: Le tende, di cui è parola nel paragrafo 5, punto C.5 - Frequenza semestrale, salvo diversa frequenza prescritta nella tabella locali, sono: Alloggi Autonomi: n. 100 tende di cui 42 lunghe, 58 corte da finestra; Centro Servizi Sabbione al Piano Terra Nucleo Ovest "Airone" n. 16 tende corte da finestra; Centro Servizi Sabbione al P.T. Nucleo Est: n. 9 tende corte da finestra Al Centro Anziani es Ospedale sono presenti: 2° Piano Sud n. 2 tendine da finestra; 3° Piano n. 2 tenda di quelle a strisce in soggiorno; Piano terra chiesetta: due tendine.
  • Pubblicato il 15/10/2020
    R: Richiesta di chiarimenti - DOMANDA 1: Buongiorno, con la presente siamo a formulare le seguenti richieste di chiarimento: Quesito 1) In riferimento all'elaborazione della relazione tecnica, codesta Stazione Appaltante (rif. art. 16 del Disciplinare di Gara) ha definito quale limite il font Arial o simile dimensione 12, pregasi chiarire se sia possibile derogare tale indicazione per la produzione di tabelle, riducendo la dimensione del font garantendo comunque un'agevole lettura. RISPOSTA: si acconsente all'uso di un font diverso da Arial 12 all'interno delle tabelle prodotte con la relazione tecnica. DOMANDA 2 Quesito 2) In riferimento alle planimetrie pubblicate relative al Centro anziani PT P1 - P2, si chiede cortesemente di fornire una versione con una definizione maggiore in quanto ingrandendola non risultano leggibili i dati ivi indicati. Cordiali saluti. RISPOSTA. Le planimetrie in oggetto, come le altre, ad avviso della Stazione Appaltante, appaiono sufficientemente definite, tanto più che a supporto hanno le tabelle descrittive da usarsi per l'offerta economica.
  • Pubblicato il 15/10/2020
    R: RICHIESTA CHIARIMENTO - DOMANDA: Buongiorno, si chiede conferma che nel modulo B) "modello reati" la frase:1) che è stato oggetto di condanna con sentenza definitiva o decreto penale di condanna divenuto irrevocabile o sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale, anche riferita a un suo subappaltatore nei casi di cui all'articolo 105, comma 6, per uno dei seguenti reati: .....sia una errore e che vada sostituita con che non è stato oggetto....Cordiali saluti. RISPOSTA: in effetti il modello B facsimile presenta sia al punto 1 segnalato dalla domanda, ma anche al punto 3, la pretermissione dell'avverbio "non", che quindi va inserito da parte dei Dichiaranti. Inoltre si è rilevato che anche il modello C al punto 3 difetta dell'avverbio "non", che i Dichiaranti dovranno quindi inserire.
  • Pubblicato il 08/10/2020
    R: Richiesta di chiarimenti - DOMANDA: Alla c.a. del RUP Dott. Furlanetto Buonasera,in seguito al cortese riscontro ricevuto in merito ai chiarimenti da noi formulati, si chiede conferma che i requisiti di cui ai paragrafi 7.2. e 7.3. possano essere comprovati esclusivamente mediante i certificati probatori di servizio tenuto conto che riportano precisamente le date, gli importi e i servizi svolti presso l'Ente di riferimento.In attesa di gradito riscontro, si porgono cordiali saluti. RISPOSTA: la risposta è positiva, in quanto sia il paragrafo 7.2. che il 7.3. del Disciplinare di gara prevedono la prova, in caso di servizi prestati a favore di pubbliche amministrazioni o enti pubblici, mediante entrambe le seguenti modalità: -originale o copia conforme dei certificati rilasciati dall'amministrazione/ente contraente, con l'indicazione dell'oggetto, dell'importo e del periodo di esecuzione; -copia conforme all'originale delle fatture emesse nei confronti dell'amministrazione/ente contraente. In caso di servizi prestati a favore di committenti privati, mediante entrambe le seguenti modalità: -originale o copia autentica dei certificati rilasciati dal committente privato, con l'indicazione dell'oggetto, dell'importo e del periodo di esecuzione.
  • Pubblicato il 07/10/2020
    R: Richiesta di chiarimenti - SI RIPORTANO LE RISPOSTE AI DIVERSI QUESITI FORMULATI DA UN CONCORRENTE CON UN'UNICA RICHIESTA DI CHIARIMENTO. PRIMA DOMANDA 1) Alla c.a. del RUP Dott. Furlanetto. Buonasera,con la presente per formulare cortese richiesta di chiarimenti:-si chiede conferma che il requisito di capacità economica e finanziaria (7.2. del Disciplinare), così come il requisito di capacità tecnica e professionale (7.3 del Disciplinare) possa essere comprovato mediante allegazione di copia conforme dei relativi certificati probatori rilasciati dalle Amministrazioni presso cui sono stati svolti i servizi;- RISPOSTA: la seconda parte sia del paragrafo 7.2. che del paragrafo 7.3. del Disciplinare di gara ammette la produzione di copie dichiarate conformi dei certificati acquisiti dai Committenti pubblici o privati; la risposta al quesito è quindi positiva. SECONDA DOMANDA 2) si chiede conferma che lindicazione del servizio di punta e dell elenco servizi, a comprova del requisito di cui al punto 7.3, lett. a) del Disciplinare (Requisito di capacità tecnica e professionale) siano alternativi tra loro; RISPOSTA: la risposta è negativa, in quanto il servizio di punta va dimostrato nell'importo minimo annuo di 200.000 euro; a parte va anche fornito l'elenco dei servizi analoghi di pulizia e sanificazione in strutture socio-sanitarie o sanitarie di importo complessivo minimo di 500.000 euro. Questo è il dato testuale del disciplinare di gara. TERZA DOMANDA 3) in riferimento al subappalto, si chiede conferma che loperatore economico in sede di gara debba indicare la percentuale dei servizi che intende subappaltare e, che, lindicazione della terna dei subappaltatori debba considerarsi un refuso alla luce della sospensione prevista fino al 31/12/2020 (Sblocca Cantieri).In attesa di gradito riscontro, si porgono cordiali saluti. RISPOSTA: alla stessa domanda è stata data risposta al 4° quesito pubblico del 29 settembre 2020, cui si rinvia.
  • Pubblicato il 07/10/2020
    R: Cortese richiesta di chiarimenti - DOMANDA: Buongiorno, con riferimento al documento sostitutivo pubblicato in data 28/09/2020 e 29/09/2020 - documento di gara n. 5 "PEDEROBBA DATI COMPLETO" in risposta ad alcuni chiarimenti trasmessi dagli operatori economici, si chiede conferma in merito alla correttezza dello stesso in quanto nell'elenco non risulta presente l'OPERATORE 12. In attesa di un cortese riscontro e ringraziando,distinti saluti. RISPOSTA La Coopservice, con messaggio del 5 ottobre 2020, dichiara che il numero di Operatori corretto sia 20 e non 21, posto che la sequenza numerica è sprovvista del numero 12, che, se fosse stato considerato, avrebbe fermato il conteggio a 20.
  • Pubblicato il 30/09/2020
    R: RICHIESTA CHIARIMENTO - DOMANDA: Buongiorno, in riferimento alla garanzia provvisoria, la stessa è calcolata nella percentuale del 2% sull'importo a base di gara (importo annuale + importo eventuale rinnovo) AL NETTO DEGLI ONERI DI SICUREZZA DOVUTI DA RISCHI DA INTERFERENZE.Chiediamo conferma che l'importo di 14.800,00 sia quindi corretto.Cordiali saluti. RISPOSTA: Si conferma l'importo della cauzione provvisoria nella somma di 14.800 euro come prevista dall'art. 10 del disciplinare.
  • Pubblicato il 29/09/2020
    modifica dei modelli per le dichiarazioni ai sensi dell'art. 80 del Codice dei contratti pubblici e possibilità della dichiarazione unica e cumulativa da parte del Legale Rappresentante. - Si ammette la dichiarazione dei requisiti di cui all'art. 80 del Codice dei contratti pubblici anche se resa dal Legale Rappresentante e pure in forma cumulativa. Si è per questo motivo riformulato il testo del modello B (allegati 40 e 41) e del modello C (allegati 42 e 43), anche per renderlo aderente a tutti i requisiti richiesti dall'art. 80. Si allegano i nuovi modelli, che sostituiscono quelli pubblicati con il bando.
  • Pubblicato il 29/09/2020
    aggiornamento del paragrafo 9 del disciplinare di gara, con esclusione della richiesta della terna dei subappaltatori. - Il paragrafo 9 del disciplinare di gara non si presenta aggiornato alla seguente disposizione di legge, efficace sino al 31 dicembre 2020: DECRETO-LEGGE 18 aprile 2019, n. 32 (in Gazz. Uff., 18 aprile 2019, n. 92). - Decreto convertito, con modificazioni dalla Legge 14 giugno 2019, n. 55. - Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l'accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici. (SBLOCCA CANTIERI). Art. 1 - Modifiche al codice dei contratti pubblici e sospensione sperimentale dell'efficacia di disposizioni in materia di appalti pubblici e in materia di economia circolare (1) 18. Nelle more di una complessiva revisione del codice dei contratti pubblici, di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, fino al 31 dicembre 2020, in deroga all'articolo 105, comma 2, del medesimo codice, fatto salvo quanto previsto dal comma 5 del medesimo articolo 105, il subappalto è indicato dalle stazioni appaltanti nel bando di gara e non può superare la quota del 40 per cento dell'importo complessivo del contratto di lavori, servizi o forniture. Fino alla medesima data di cui al periodo precedente, sono altresì sospese l'applicazione del comma 6 dell'articolo 105 e del terzo periodo del comma 2 dell'articolo 174, nonché le verifiche in sede di gara, di cui all'articolo 80 del medesimo codice, riferite al subappaltatore.. Pertanto del detto articolo 9 del disciplinare di gara va considerata vigente solo la parte seguente: 9. SUBAPPALTO Il concorrente deve indicare allatto dellofferta le parti del servizio che intende subappaltare o concedere in cottimo nei limiti del 30% dellimporto complessivo del contratto, in conformità a quanto previsto dallart. 105 del Codice; in mancanza di tali indicazioni il subappalto è vietato.
  • Pubblicato il 29/09/2020
    R: RICHIESTA CHIARIMENTI - DOMANDA: Buongiorno, in riferimento al subappalto, in particolare all'articolo 9. subappalto del disciplinare, in ragione dell'intervenuta modifica legislativa dell'art. 105 D.lgs 50/2016 cosi' come modificato dalla L. 14/06/2019 n. 55 che indica come in sede di gara sia sufficiente dichiarare l'intenzione di ricorrere al subappalto precisando per quali servizi, si chiede conferma che l'indicazione della terna e quindi la presentazione della documentazione richiesta ai subappaltatori non siano da indicare e da presentare.- RISPOSTA: Il paragrafo 9 del disciplinare di gara non si presenta aggiornato alla seguente disposizione di legge, efficace sino al 31 dicembre 2020: DECRETO-LEGGE 18 aprile 2019, n. 32 (in Gazz. Uff., 18 aprile 2019, n. 92). - Decreto convertito, con modificazioni dalla Legge 14 giugno 2019, n. 55. - Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l'accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici. (SBLOCCA CANTIERI). Art. 1 - Modifiche al codice dei contratti pubblici e sospensione sperimentale dell'efficacia di disposizioni in materia di appalti pubblici e in materia di economia circolare (1) 18. Nelle more di una complessiva revisione del codice dei contratti pubblici, di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, fino al 31 dicembre 2020, in deroga all'articolo 105, comma 2, del medesimo codice, fatto salvo quanto previsto dal comma 5 del medesimo articolo 105, il subappalto è indicato dalle stazioni appaltanti nel bando di gara e non può superare la quota del 40 per cento dell'importo complessivo del contratto di lavori, servizi o forniture. Fino alla medesima data di cui al periodo precedente, sono altresì sospese l'applicazione del comma 6 dell'articolo 105 e del terzo periodo del comma 2 dell'articolo 174, nonché le verifiche in sede di gara, di cui all'articolo 80 del medesimo codice, riferite al subappaltatore.. Pertanto del detto articolo 9 del disciplinare di gara va considerata vigente solo la parte seguente: 9. SUBAPPALTO Il concorrente deve indicare allatto dellofferta le parti del servizio che intende subappaltare o concedere in cottimo nei limiti del 30% dellimporto complessivo del contratto, in conformità a quanto previsto dallart. 105 del Codice; in mancanza di tali indicazioni il subappalto è vietato. SECONDA DOMANDA: ALLEGATI B e C: si chiede la possibilità di far dichiarare il contenuto di entrambi i moduli solo dal legale rappresentante ma in nome e per conto anche dei soggetti di cui all'art. 80 comma3.Cordiali saluti. RISPOSTA: Si ammette la dichiarazione dei requisiti di cui all'art. 80 del Codice dei contratti pubblici anche se resa dal Legale Rappresentante e pure in forma cumulativa. Si è per questo motivo riformulato il testo del modello B (allegati 40 e 41) e del modello C (allegati 42 e 43), anche per renderlo aderente a tutti i requisiti richiesti dall'art. 80. Si allegano i nuovi modelli, che sostituiscono quelli pubblicati con il bando.
  • Pubblicato il 29/09/2020
    R: Richiesta di chiarimenti - La domanda è: Alla c.a. del RUP Dott. Furlanetto. Buongiorno,con la presente per chiedere conferma che, in luogo dei moduli denominati Modello B (Modello reati) e Modello C (Modello reati cessati) da compilarsi da parte di ciascun soggetto indicato, possa essere ammessa ununica dichiarazione resa dal Legale Rappresentante delloperatore economico, in nome e per conto di tutti gli altri soggetti (cda, direttore tecnico, sindaci e odv), che dichiari linsussistenza di cui allart. 80 del D.Lgs. 50/2016, anche alla luce dei recenti indirizzi giurisprudenziali, trattandosi di fatti e stati di diretta conoscenza del sottoscrittore. In attesa di gradito riscontro, si porgono cordiali saluti. RISPOSTA: si ammette la dichiarazione dei requisiti di cui all'art. 80 del Codice dei contratti pubblici anche se resa dal Legale Rappresentante e pure in forma cumulativa. Si è per questo motivo riformulato il testo del modello B (allegati 40 e 41) e del modello C (allegati 42 e 43), anche per renderlo aderente a tutti i requisiti richiesti dall'art. 80. Si allegano i nuovi modelli, che sostituiscono quelli pubblicati con il bando.
  • Pubblicato il 29/09/2020
    R: CHIARIMENTI - Si allega il prospetto pervenuto il 24 settembre 2020 dalla COOPSERVICE recante l'integrazione al documento di gara n. 5, con l'inserimento: a) di una ventunesima posizione; b) dei dati relativi agli altri elementi retributivi; c) alla condizione di svantaggio; e) alle ore settimanali di ciascun Operatore. In questa versione il documento qui allegato sostituisce quello con il n. 5 inserito nei documenti di gara. Quanto ai mezzi impiegati, per il trasporto dei rifiuti si conferma quanto nel capitolato di gara, circa la disponibilità del mezzo Porter Piaggio con il cassone ribaltabile, di cui al paragrafo I. Per il trasporto della biancheria pulita viene utilizzato un mezzo proprio dell'Appaltatore a propulsione elettrica.
  • Pubblicato il 28/09/2020
    R: CHIARIMENTI - Si allega il prospetto pervenuto il 24 settembre 2020 dalla COOPSERVICE recante l'integrazione al documento di gara n. 5, con l'inserimento: a) di una ventunesima posizione; b) dei dati relativi agli altri elementi retributivi; c) alla condizione di svantaggio; e) alle ore settimanali di ciascun Operatore. In questa versione il documento qui allegato sostituisce quello con il n. 5 inserito nei documenti di gara. Il mezzo di proprietà dell'Appaltante per il trasporto dei rifiuti è un Porter Piaggio con cassone ribaltabile. Per il trasporto della biancheria pulita l'Appaltatore sta utilizzando un mezzo elettrico.
  • Pubblicato il 28/09/2020
    R: Richiesta chiarimenti - Si allega il prospetto pervenuto il 24 settembre 2020 dalla COOPSERVICE recante l'integrazione al documento di gara n. 5, con l'inserimento: a) di una ventunesima posizione; b) dei dati relativi agli altri elementi retributivi; c) alla condizione di svantaggio; e) alle ore settimanali di ciascun Operatore. In questa versione il documento qui allegato sostituisce quello con il n. 5 inserito nei documenti di gara.
  • Pubblicato il 28/09/2020
    R: richiesta chiarimenti - Si allega il prospetto pervenuto il 24 settembre 2020 dalla COOPSERVICE recante l'integrazione al documento di gara n. 5, con l'inserimento: a) di una ventunesima posizione; b) dei dati relativi agli altri elementi retributivi; c) alla condizione di svantaggio; e) alle ore settimanali di ciascun Operatore. In questa versione il documento qui allegato sostituisce quello con il n. 5 inserito nei documenti di gara.
  • Pubblicato il 15/09/2020
    R: FATTURATO SPECIFICO MINIMO ANNUO - La domanda posta è la seguente: Con riferimento al requisito relativo al fatturato specifico minimo annuo, si chiede di confermare che può partecipare una società che ha svolto il servizio di pulizia e servizi accessori per i presidi ospedalieri e territoriali, che comprende:- Pulizia, sanificazione e sanitizzazione;- Ritiro rifiuti urbani e speciali;- Disinfestazione, deblatizzazione e derattizzazione;- Facchinaggio.Pertanto, il fatturato realizzato comprende i suddetti servizi accessori, oltre alla pulizia e la sanificazione. RISPOSTA DELLA STAZIONE APPALTANTE: Si premette che il paragrafo 7.2. "Requisiti di capacità economica e finanziaria" del Disciplinare, richiede il possesso del Fatturato specifico minimo annuo nel settore di attività oggetto dell'appalto riferito a ciascuno degli ultimi n. 3 esercizi finanziari 2017, 2018 e 2019, di 700.000,00 I.V.A. esclusa. Il settore di attività sono le pulizie e sanificazione in strutture socio-sanitarie o sanitarie. Tale requisito è richiesto per garantire l'acquisizione di esperienza nell'ambito specifico che richiede l'adozione di particolari tecniche e metodi di esecuzione. Ciò detto si ammette che il fatturato minimo richiesto dal Disciplinare sia ottenibile anche con le prestazioni accessorie, purché la quantità economica principale dell'appalto sia ottenuta con prestazioni di pulizia e sanificazione.

[ Torna all'inizio ]