[ Salta al contenuto della pagina ]

Access key definite:
Vai alla pagina iniziale [H]
Vai alla pagina di aiuto alla navigazione [W]
Vai alla mappa del sito [Y]
Passa al testo con caratteri di dimensione standard [N]
Passa al testo con caratteri di dimensione grande [B]
Passa al testo con caratteri di dimensione molto grande [V]
Passa alla visualizzazione grafica [G]
Passa alla visualizzazione solo testo [T]
Passa alla visualizzazione in alto contrasto e solo testo [X]
Salta alla ricerca di contenuti [S]
Salta al menù [1]
Salta al contenuto della pagina [2]

Sezione contenuti:

[ Salta al menù ]

Dettaglio procedura

Questa funzionalità permette di visualizzare i dati della procedura selezionata, compresi i documenti relativi al bando, ovvero ai documenti che sono richiesti ai concorrenti. Premendo il pulsante "Lotti" si accede alle informazioni di dettaglio dei lotti facenti parte della procedura.
CONTENUTO AGGIORNATO AL 29/05/2020

Sezione Stazione appaltante

Comune di Auronzo di Cadore
PIOVESANA TOMMASO

Sezione Dati generali

SERVIZIO DI PROGETTAZIONE ESECUTIVA ANTINCENDIO, ASSISTENZA A DIREZIONE LAVORI PER ANTINCENDIO E PRESENTAZIONE DI SCIA FINALE PER LA RISTRUTTURAZIONE ED ADEGUAMENTO DEL PALAZZO DELLE FESTE "KURSAAL" - CIG : Z282C8FFFB - CUP : B26I18000570005
Servizi
Procedura aperta
Offerta economicamente più vantaggiosa
28.354,13 €
31/03/2020
01/06/2020 entro le 12:00

Sottosezione Scadenze precedenti alla rettifica

Data scadenza Ora scadenza Data e ora operazione rettifica
30/04/2020 08:30 23/04/2020 12:52:56
G00864
In aggiudicazione

Sezione Documentazione richiesta ai concorrenti

Busta tecnica
Busta economica

Sezione Comunicazioni della stazione appaltante

  • Pubblicato il 13/05/2020
    Risposta a quesiti n. 4 del 13.05.2020 - In data 06.05.2020 è pervenuta richiesta di chiarimenti via portale telematico che si pubblica unitamente alle risposte al fine di garantire parità di trattamento tra partecipanti. Quesito n. 5: possono essere presi in considerazione, ai fini del massimo punteggio tecnico, più di un servizio della stessa categoria di edifici (ad. es. 10 servizi di progettazione e/o direzione lavori antincendio per edifici scolastici) o se bisogna avere un servizio per ogni categoria di edifici riportata al punto 4 del disciplinare? Risposta: Si, possono essere presentati e sono utili all'attribuzione del punteggio diversi servizi della stessa categoria, ciascuno dei quali deve rispettare le condizioni minime di ammissibilità stabilite dal bando e dai chiarimenti formalmente emessi. Le risposte ai presenti quesiti si intendono esplicative e integrative del bando di gara e dovranno essere tenute in considerazione da parte del responsabile delle operazioni di gara e dalla commissione giudicatrice. Data la natura non modificativa del bando e delle procedure di gara non si ritiene necessaria proroga dei termini di presentazione dell'offerta a seguito dei presenti chiarimenti. Il Responsabile del Procedimento, Ing. Tommaso Piovesana Responsabile Settore Tecnico Comune di Auronzo
  • Pubblicato il 02/05/2020
    Risposta a quesiti n. 3 del 27.04.2020 - In data 27.04.2020 è pervenuta richiesta di chiarimenti via email che si pubblica unitamente alle risposte al fine di garantire parità di trattamento tra partecipanti. Quesito n. 4: in riferimento alla procedura aperta per l'intervento in oggetto sono a chiederle se nell'Allegato_3 - Offerta tecnica, si possano inserire anche esperienze professionali su strutture private per le quali l'importo delle prestazioni di prevenzione incendi sono come noto solitamente più basse rispetto al loro effettivo valore. Risposta: Sì, sono utili ai fini dell'assegnazione del punteggio anche esperienze professionali nell'ambito dei servizi antincendio eseguiti per privati, che possano essere assimilabili all'elenco (non esaustivo) riportato all'art. 2.2.4 del disciplinare di gara. Relativamente all'importo minimo della parcella di riferimento per la validità del servizio, si deve considerare la base d'asta del singolo servizio posto a base di gara, sulla base del calcolo della parcella allegato alla documentazione di gara ed effettuato ai sensi del D.M. 17.06.2016. Pertanto, per esperienze di progettazione definitiva-esecutiva antincendio si possono considerare valide esperienze professionali che abbiano un valore nominale di parcella pari al 50% di QbII.18 + QbIII.01 + QbIII.03 + QbIII.05 + QbIII.10 + spese gen. 25% = 8.824,53, e cioè pari a 4.412,26. Per esperienze di direzione lavori antincendio si possono considerare valide esperienze professionali che abbiano un valore nominale di parcella pari al 50% di QcI.02 + QcI.03 + QcI.05 + spese gen. 25% = 5.777,63, e cioè pari a 2.888,81. Per lavori privati, in particolare se esercitati quali prestazioni specialistiche nell'ambito di un intervento ingegneristico più ampio, fatturati al Committente in via forfettaria, ove non sia possibile ricondurre l'importo della parcella forfettaria a specifiche prestazioni professionali di cui al D.M. 17.06.2016, è possibile accettare l'esperienza calcolata nominalmente sulla base delle richiamate parcelle professionali di riferimento. In tale caso, si raccomanda di autocertificare l'importo delle singole esperienze allegando al modulo di offerta Allegato 3 Offerta tecnica, il calcolo nominale della prestazione professionale, basata su valore e categoria dell'opera, grado di complessità, prestazioni affidate, spese e oneri accessori. In tale evenienza resta facoltà della Commissione giudicatrice la valutazione della congruità e coerenza delle esperienze professionali indicate, con particolare riguardo alla correttezza del valore nominale dichiarato. Resta ferma la previsione del bando relativa alla validità di tutte le esperienze (una per singola opera) completamente effettuate negli ultimi dieci anni antecedenti alla data del bando. Pertanto, prestazioni di progettazione e direzione lavori (o presentazione SCIA finale) relativa alla stessa opera vale quale una esperienza professionale il cui importo minimo deve essere calcolato nella somma dei contributi di progettazione e direzione lavori (o presentazione SCIA finale). Le risposte ai presenti quesiti si intendono esplicative e integrative del bando di gara e dovranno essere tenute in considerazione da parte del responsabile delle operazioni di gara e dalla commissione giudicatrice. Data la natura non modificativa del bando e delle procedure di gara non si ritiene necessaria proroga dei termini di presentazione dell'offerta a seguito dei presenti chiarimenti. Il Responsabile del Procedimento, Ing. Tommaso Piovesana Responsabile Settore Tecnico Comune di Auronzo
  • Pubblicato il 21/04/2020
    Risposte a quesiti n. 2 del 21.04.2020 - In data 14.04.2020 è pervenuta richiesta di chiarimenti via portale telematico che si pubblica unitamente alle risposte al fine di garantire parità di trattamento tra partecipanti. Quesito n.3: in relazione alla gara in oggetto, si chiede: 1) al punto 4. requisiti PRECEDENTI ESPERIENZE PROFESSIONALI, si identificano i settori relativi di appartenenza, escludendo però tutte quelle esperienze professionali derivanti da attività industriali, assai rilevanti e complesse, forse anche maggiormente qualitative; possono essere ricomprese e valide ai fini del requisito stesso? 2) queste esperienze professionali devo rappresentare almeno il 50% del valore di base d'asta calcolato sulla prestazione. a questo proposito, si ritiene che solitamente nei bandi di servizi i suddetti requisiti vengono richiesti per categoria ed id relativi alle opere, seppur la gara sia oggetto di servizi professionali, e non sui corrispettivi che seppur al 50% del valore base d'asta, esso rappresenta per tale servizio un valore decisamente importante e limitante ai fini della partecipazione. Inoltre si rileva che solitamente come requisito venga richiesta la SOMMA dei vari servizi prodotti come referenze, mentre qui si chiede il 50% per ogni servizio dichiarato. a tal proposito si chiede se è possibile considerarne almeno la sommatoria. Riaposta: le precedenti esperienze professionali di cui al punto 4 dell'art. 2.2 del bando disciplinare non sono intese quali requisiti di partecipazione alla gara. Ciò significa che qualsiasi professionista abilitato in possesso sei requisiti di cui all'art. 5-bis può presentare offerta e partecipare legittimamente alla gara. Nell'ambito dei criteri di valutazione dell'offerta economicamente più vantaggiosa, invece, le precedenti esperienze professionali sono valutate per l'assegnazione del punteggio tecnico dell'offerta. Per tale valutazione si considera il numero assoluto di esperienze di progettazione e/o direzione lavori antincendio condotte negli ultimi 10 anni, indipendentemente dall'importo del servizio. Per essere considerato valido per l'assegnazione del punteggio, il servizio deve essere completato secondo le prescrizioni del bando e deve essere singolarmente superiore ad almeno il 50% dell'importo posto a base di gara. Diversi servizi, pertanto, non possono essere sommati per il raggiungimento di tale soglia. I servizi validi per l'assegnazione del punteggio sono quelli relativi alla progettazione e alla direzione lavori antincendio, noindicaticamente e non esaustivamente elencati. Pertanto, alla pari delle attività commerciali soggette a controllo antincendio, possono essere considerate valide attività industriali soggette che prevedano la presenza di persone (anche addetti e lavoratori), escludendo per esempio depositi di stoccaggio gassoso o centrali termiche non integrate ad altre attivita soggette. La verifica di validità dell'esperienza ai fini dell'assegnazione del punteggio, se non esplicitamente elencata nel bando, è demandata alla commissione giudicatrice, che sarà tenuta a valutare la congruenza e compatibilità rispetto alla natura del servizio professionale richiesto. Le risposte ai presenti quesiti si intendono esplicative e integrative del bando di gara e dovranno essere tenute in considerazione da parte del responsabile delle operazioni di gara e dalla commissione giudicatrice. Data la natura non modificativa del bando e delle procedure di gara non si ritiene necessaria proroga dei termini di presentazione dell'offerta a seguito dei presenti chiarimenti. Il Responsabile del Procedimento, Ing. Tommaso Piovesana Responsabile Settore Tecnico Comune di Auronzo
  • Pubblicato il 21/04/2020
    Risposte a quesiti n. 1 del 21.04.2020 - In data 09.04.2020 è pervenuta richiesta di chiarimenti via portale telematico che si pubblica unitamente alle risposte al fine di garantire parità di trattamento tra partecipanti. Quesito n.1: Considerato che a pagina 1 del disciplinare è riportato che le prestazioni oggetto del servizio comprendono, tra l'altro: Produzione di tutte le certificazioni Cert-REI dei materiali strutturali, adeguatamente compilate esottoscritte, anche previa conduzione di saggi e verifiche dei materiali.Premesso che quanto sopra esposto comporta molto probabilmente la produzione di importanti approfondimenti (ad es. saggi, verifiche dei materiali, verifiche analitiche/computazionali) da parte del progettista antincendio.Premesso anche che tali approfondimenti ritenuti necessari del progettista antincendio in fase di progettazione esecutiva dovranno essere proposti al RUP e ovviamente concordati con quest'ultimo e la Stazione Appaltante.Tutto ciò considerato e premesso, sono a chiedere il seguente quesito:il rilevante onere economico per l'effettuazione di tali approfondimenti è gravante sull'aggiudicatario del presente servizio oppure la Stazione Appaltante ha già accantonato delle Somme a disposizione per integrare, all'occorrenza, quanto ritenuto necessario dal progettista per acquisire tutti gli elementi conoscitivi e funzionali ad un corretto espletamento del servizio? Risposta: al professionista è richiesto esclusivamente la redazione e presentazione delle certificazioni cert-rei ritenute necessarie ai fini della messa a norma antincendio dell'immobile. Eventuali prove sui materiali compresi i campionamenti si intendono a cura e onere dell'Amministrazione, se non diversamente specificato dall'offerta tecnica. Il professionista antincendio stabilirà con il RUP le prove da effettuare al fine dell'aggiornamento del quadro economico in sede in progettazione esecutiva per garantire la copertura delle relative spese. Quesito n. 2: si chiedono delucidazioni sull'importo a base di gara. L'importo di 28.354,13 euro, riportato sul presente portale appalti, non è congruente con quanto riportato sul disciplinare 27.263,59 euro.Si fa presente inoltre che l'onere previdenziale integrativo del 4% non costituisce base di gara e non è assoggettabile a ribasso. Risposta: l'importo posto a base di gara sulla base del quale presentare l'offerta economica è l'importo stabilito dal disciplinare di gara pari a 27.263,49 al netto di IVA e contributi previdenziali integrativi. L'importo presente sul portale telematico è invece il valore nominale dell'appalto, e cioè l'importo pagabile al netto della sola IVA pari al valore del CIG dichiarato all'ANAC. Sull'offerta economica dell'aggiudicatario sarà aggiunta, se dovuta, contribuzione previdenziale integrativa del 4% (o della percentuale prevista dalla rispettiva cassa previdenziale). Le risposte ai presenti quesiti si intendono esplicative e integrative del bando di gara e dovranno essere tenuti in considerazione da parte del responsabile delle operazioni di gara e dalla commissione giudicatrice. Data la natura non modificativa del bando e delle procedure di gara non si ritiene necessaria proroga dei termini di presentazione dell'offerta a seguito dei presenti chiarimenti. Si anticipa inoltre che nei prossimi giorni sarà disposta formalmente posticipazione dei termini di presentazione delle offerte per gli effetti del DL 18 /2020 e smi (emergenza covid19). Il nuovo termine sarà calcolato dal 15.05.2020 considerando 15 giorni utili per la formulazione dell'offerta (scadenza prevista 01.06.2020). Il Responsabile del Procedimento, Ing. Tommaso Piovesana Responsabile Settore Tecnico Comune di Auronzo

[ Torna all'inizio ]